OCRICULUM: L’antico municipio sul fiume Tevere

Una delle più importanti zone archeologiche dell’Umbria attuale è quella corrispondente all’antico centro di Ocriculum che, sorto dapprima in età preromana sull’altura su cui è ubicato attualmente Otricoli, fu trasferito, probabilmente, in età repubblicana, nella piana sottostante presso una grande ansa del Tevere su cui si sviluppò il porto della città. Il nome dovrebbe essere collegato alla parola greca ocris (monte), che avrebbe influenzato il nome umbro ocar e quello etrusco ukar (equivalente al latino arx).

L’area archeologica oggi si sviluppa nei pressi del comune di Otricoli. Nei circa 36 ha in cui si sviluppava il centro romano affiorano i resti di una grande costruzione forse adibita a magazzino, visto il vicino porto fluviale detto “dell’Olio”, delle terme risalenti al II secolo a.C., del teatro del I secolo d.C. e dell’anfiteatro del I secolo d.C., portati alla luce già nei primi scavi del XVIII secolo.

Descrizione_img_01
Descrizione_img_02
Descrizione_img_03

Informazioni

web:www.ocriculumad168.it
facebook: @Ocriculum A.D 168